DOTT. HUGO GASPERI

Cannabis medica Bolzano e Trento

Condividi su: Facebook Twitter

Applicati al tratto gastrointestinale per la regolazione dell’appetito e del peso corporeo come modulare il Sistema Endocannabinoide per affrontare disturbi alimentari le interazioni di numerosi alimenti con il Sistema Endocannabinoide le diverse proprietà dei semi in funzione delle varietà di canapa L’effetto principale è quello analgesico, unito a un effetto miorilassante. Inoltre, sembra essere piuttosto rilevante anche l’effetto ansiolitico, che sarebbe soprattutto a carico della componente Cbd.

“Oggi non esistono piani terapeutici basati sulle prove di efficacia per le varie patologie, anche se appare plausibile che indicazioni diverse possano giovarsi di preparazioni con una proporzione differente dei principi attivi”, In linea generale, suggerisce l'esperto, indicazioni quali anoressia e nausea/vomito necessitano di dosi più basse (soprattutto di Thc), dosi maggiori per gli spasmi muscolari e dosi ancora più alte, ma variabili da persona a persona, per la terapia del dolore.

“Non è poi da sottovalutare il fatto che le concentrazioni di principi attivi sono molto variabili e risentono anche della preparazione, del tempo di infusione, della temperatura e delle modalità di assunzione”.